DIRITTO DI CRONACA O LESIONE DELLA PRIVACY?

La notorietà rende gli esseri umani riconoscibili pressoché ovunque nel mondo, soprattutto a certi livelli. E se questo aspetto del successo può apparire accattivante ed appagante, ha un costo in termini di privacy.

Ryan Gosling (Fonte immagine: icrewplay.cinema.com)

Con la comunicazione globale, l’ampia copertura dei mezzi d’informazione e il proliferare di un certo giornalismo (leggi: giornalettismo) che nutre il pettegolezzo, questo tipo di intrusione nella vita delle persone famose sta aumentando esponenzialmente.

Si è creata una vera e propria contrapposizione tra i sostenitori delle rivelazioni a qualsiasi costo e i determinati difensori della privacy. Schierarsi non è semplice come sembra.

Recentemente, ad esempio, sono circolate le immagini del nuovo amore di Timothée Chalamete alle prime fotografie ne sono seguite altre decisamente più private e volgari.

Quel che è troppo è troppo! Ma quando è “troppo“?

Qual è il confine tra ciò che ci è consentito sapere delle celebrità e ciò che dev’essere rispettato e rimanere privato?

Personalmente cerco sempre di pensare a cosa proverei io stessa se dovessi vedermi data in pasto alla stampa di tutto il mondo, se non avessi più la libertà di andare a prendere un gelato o di andare, molto banalmente, a comprare la carta igienica come è, ad esempio, accaduto poco tempo fa a Kit Harington, accusato di taccagneria per aver comprato (a quanto pare) una carta igienica di qualità scadente e di non aver pagato per acquistare un sacchetto in cui portarla.

Kit Harington (Fonte immagine: pinterest.com)

E’ altrettanto vero che alcuni personaggi noti concordano con i paparazzi scoop e servizi fotografici. Lo ha fatto Lindsay Lohan per sponsorizzare energy drinks e lo hanno fatto spesso anche Brad Pitt e Angelina Jolie che, per non essere disturbati indiscriminatamente, avevano deciso di “darsi in pasto” alla stampa di tanto in tanto. E lo fanno da sempre tutti i membri della famiglia Kardashian.

Il gossip è una parte consistente del giornalismo di spettacolo, ma forse i giornalisti dovrebbero ricordare che stanno pur sempre scrivendo di esseri umani.

Emma Stone e Andrew Garfield (Fonte immagine: icrewplay.cinema.it)

L’attore Cole Sprouse, star di Riverdale, ha creato il profilo Instagram Camera Duels nel quale pubblica le foto delle persone sorprese a rubargli uno scatto indiscreto.

Link della pagina di Cole:

Se ci sono celebrità che darebbero qualsiasi cosa per essere protagoniste di un gossip, ce ne sono altre costrette a vivere camuffati.

Articolo a cura di Luana Fusco

LEGGI ANCHE

Leggi anche: https://cercolinfo.it/index.php/2020/06/13/ritorno-al-cinema/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *