Acque aromatizzate: dissetarsi con gusto

Nutrizionista seduto alla scrivania con il camice
Dott. Pasquale Napolitano

Tra gli alimenti, le bevande sono da sempre considerate utili perché la loro assunzione non influenza drasticamente altre abitudini alimentari ed è più accettabile e persino gradevole mantenersi idratati oppure beneficiare delle benefiche proprietà di alcuni alimenti con i quali si possono fare infusi da consumare nella giornata, con qualche accortezza nella preparazione e nella conservazione.

Tra le proposte più accattivanti e gradevoli possiamo inserire senza ombra di dubbio le acque aromatizzate con frutti, da soli o in abbinamento a spezie e verdura.

Ottime in estate e nei mesi caldi, sono dissetanti e molto gustose per tutte le occasioni. Gli infusi freschi ottenuti, rappresentano un’alternativa gradevole all’acqua pura per garantire l’idratazione quotidiana con un sapore diverso.

Le acque aromatizzate si possono preparare tranquillamente a casa con frutta e verdura di stagione. La loro preparazione è molto semplice e può essere personalizzata in base ai propri gusti e all’effetto benefico che si desidera ottenere.

Basta scegliere gli ingredienti preferiti e il giusto mix per creare bevande uniche e squisite al palato.

Come si preparano

La proporzione ottimale per preparare una perfetta bibita aromatizzata è di 200 grammi di frutta o verdura, per 1 litro d’acqua.

Questo per avere il giusto bilanciamento nel gusto dei vari ingredienti che la compongono, nonché determinare l’intensità di colore che si vuole ottenere.

(Immagine di beverfod.com)

Vanno bene ananas, kiwi, pesca, anguria, melone, uva, menta, cannella, pera, mela, limone, arance, pompelmo, ciliegie, mirtilli, more, lamponi, cetrioli, zenzero, sedano, carote, finocchi, ma NON le banane.

Tutti gli ingredienti devono essere freschi e di stagione e vanno prima lavati accuratamente per togliere ogni impurità. Frutta e verdura, vanno tagliate a fettine sottili per rendere più facile la dispersione degli aromi e delle sostanze nell’acqua mentre le spezie vanno lasciate integre così come le foglie delle erbe fresche.

Dopo aver unito acqua ed aromatizzanti, ciò che risulta va messo in frigorifero per almeno due ore, preferibilmente in un barattolo di vetro, meglio se sigillato con tappo ermetico.

In ogni caso sarà preferibile riporre il contenitore lontano dalla luce magari scegliendo del vetro scuro, per evitare la perdita di vitamine sensibili alla luce.

Una volta lasciato passare il tempo necessario, che possono anche essere sei ore per far acquisire all’acqua il giusto aroma, il nostro infuso fresco è pronto. L’acqua aromatizzata va poi filtrata e consumata, idealmente, entro la giornata stessa.

(Immagine di amando.it)

Diversi ingredienti, diversi effetti

A seconda degli ingredienti scelti, si ottengono deliziose acque aromatizzate con effetti benefici differenti.

Si potranno avere così bevande idratanti, ricche in vitamine e sali minerali, che possono avere effetto detox sul nostro organismo, oppure darci un sostegno energizzante.

Si potrà stimolare il metabolismo corporeo e favorire così il dimagrimento, come pure facilitare l’eliminazione dei liquidi nel combattere la cellulite e la ritenzione idrica. I singoli ingredienti sono utili per disintossicare il nostro organismo, depurarci dalle tossine, aiutare la digestione, bruciare i grassi e, in generale, migliorare le funzioni vitali grazie alle vitamine e ai sali minerali in essi contenuti.

Scegliendo la giusta combinazione di ingredienti, si possono anche ottenere effetti sinergici. Le acque aromatizzate, volendo, possono essere dolcificate con miele, succo di agave o di acero, oppure stevia.

Meglio comunque lasciarle al naturale per beneficiarne al massimo. Le ricette sono numerosissime, dando largo spazio a fantasia e improvvisazione, in base ai gusti personali.

(Immagine di funtastico.cafe)

Dieci ricette top

  • Ananas e kiwi: Diuretica e disintossicante. Combatte la ritenzione idrica e riduce la cellulite. Due fette di ananas fresco, un kiwi tagliato a fettine in 1 litro d’acqua. Lasciare a riposo una notte intera dentro una caraffa d’acqua e bere il giorno dopo di prima mattina.
  • More e pompelmo rosa: Depurativa e antiossidante. Una manciata di more appena raccolte, mezzo pompelmo rosa in fettine sottili, un litro d’acqua. Lasciare riposare anche un giorno intero e bere a piacere.
  • Zenzero e limone: Digestivo e stimolante. Un pezzo di 2 centimetri di radice di zenzero fresco (togliendo la scorza) tagliato a fettine sottili, mezzo limone con anche la buccia lavato bene e tagliato a fettine, in 1 un litro d’acqua, lasciati 12-24 ore in frigorifero. Bere durante tutto l’arco della giornata.
  • Fragole e menta: Dissetante e rigenerante. Mettere 5 o 6 grosse fragole intere dentro un barattolo di vetro e versarvi sopra 1 litro di acqua fresca. Aggiungere qualche foglia di menta ben lavata. Chiudere il barattolo ermeticamente e lasciare in frigo una notte o un giorno intero. Qualche fettina di limone a piacere.
  • Mirtilli e lime: Rinfrescante e rigenerante. Un manciata di mirtilli di bosco, un lime tagliato a fettine sottili in 1 litro d’acqua. Lasciare riposare una notte in frigorifero. Bere a piacere durante il giorno.
  • Anguria e melone: Dissetante e idratante. Una fetta di anguria e una di melone tegliate a cubetti, aggiungere 1 litro d’acqua. A piacere foglie di menta fresca e/o limone. Far riposare in frigorifero qualche ora e bere durante le giornate calde.
  • Mela e cannella: Effetto detox e brucia grassi. Tagliare una mela tipo golden a fette sottili, una stecca di cannella intera e aggiungere 1 litro d’acqua in una caraffa di vetro. Lasciare riposare in frigo per due ore.
  • Cetriolo e limone: Antinfiammatorio e depurativo. Un cetriolo tagliato a fettine sottili, mezzo limone spremuto o tagliato sottile, in un litro d’acqua. Lasciare in frigo 4-6 ore e bere a piacere.
  • Carote e sedano: Abbronzante e depurativa della pelle. Stimola la produzione di melanina e protegge l’epidermide. Scegliere tre carote medie e tagliarle a rondelle sottili, un gambo di sedano anch’esso tagliato sottile, sempre in un litro d’acqua. Lasciare a riposo mezza giornata e bere una volta pronta.
  • Pesca e ciliegie: Aromatica e rinfrescante. Una pesca sbucciata tagliata a dadini e qualche ciliegia intera o tagliate a metà senza nocciolo, in 1 litro d’acqua. Lasciare riposare in frigorifero qualche ora in un barattolo chiuso. Poi servire come bevanda per una merenda estiva.

Thè verde come alternativa alle acque aromatizzate

E per chi non ha proprio tempo di prepararsi la sua bevanda può orientarsi verso il thè verde che grazie alle sue catechine e polifenoli è un potente antiossidante e protettivo contro lo stress ossidativo, infiammazione, l’inibizione dell’aggregazione beta-amiloide e anti-apoptosi.

(Immagine di verdeazzurro.notizie)
Biglietto da visita della nutrizionista
Studio di dietetica e nutrizione umana

Una recente revisione sistematica ha esaminato le prove scientifiche a favore della associazione tra assunzione di tè verde e demenza, malattia di Alzheimer, lieve deterioramento cognitivo o deterioramento cognitivo. Quindi consumare thè verde può essere davvero utile.

Articolo a cura di Pasquale Napolitano

Leggi anche:

Leggi anche: https://cercolinfo.it/index.php/2019/07/20/cinema-e-serie-tv-ed-e-subito-sera/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *