LA NOTTE DEGLI OSCAR 2020

Si è fatta attendere ed è giunta, come al solito, tra polemiche e pronostici, la 92esima edizione degli Academy Awards, comunemente definita “Notte degli Oscar” ed ha portato con sé primati e sorprese davvero inaspettate.

Ripercorriamo insieme i momenti più salienti della serata e tutti i vincitori

(Immagine di quotidiano.net)

Si è fatto ricorso, anche quest’anno, ad una cerimonia svelta ed essenziale, senza un solo presentatore, ma con molteplici star che si sono avvicendate sul palco del Dolby Theatre di Los Angeles, per presentare le varie categorie e consegnare le ambite statuette.

Di tutte le edizioni degli Oscar, devo ammettere che questa è stata una delle più riuscite sia per la durata, sia per i contenuti (nonostante restino impareggiabili le edizioni presentate da Ellen Degeneres e Neil Patrick Harris!). 

Esibizione di Janelle Monae

Ad aprire la cerinomia, la splendida esibizione di Janelle Monae che ha incantato tutti, rendendo omaggio ai film in concorso e alle registe donne presenti.

QJanelle Monae (Fonte immagine: insider.com)

Idina Menzel

A seguire, Idina Menzel con altre nove voci femminili, ha interpretato Into the Unknown, la canzone tratta dal film d’animazione Frozen II e l’esibizione di Elton John e Bernie Taupin che hanno cantato “(I’m Gonna) Love Me Again”, canzone originale (tra l’altro vincitrice dell’Oscar) presente nella colonna sonora del film Rocketman.

Ancora, hanno scaldato il Dolby Theatre Cynthia Erivo, Randy Newman e Chrissy Metz,ma le due esibizioni più degne di nota sono state quella di Billie Eilish che si è cimentata con una personale ed originale versione della mitica canzone dei Beatles, Yesterday per introdurre il video “In Memoriam” con cui ogni anno si rende onore ai nomi noti e meno noti del cinema che non ci sono più.

Il video dell’esibizione

L’esibizione di Eminem

E che dire della sorpresa più esaltante della serata: l’esibizione di Eminem che è tornato al Dolby Theater ben 17 anni dopo la sua vittoria per la miglior canzone originale nel film 8 MileLose Yourself.

La platea è andata in visibilio e a parte un tenerissimo Martin Scorsese che sembra essersi quasi appisolato, Leonardo DiCaprio non è riuscito a trattenersi e si è alzato in piedi al termine dell’esibizione dando il via ad una standing ovation emozionante.

L’artista è appaso davvero in ottima forma e nessuno dei presenti si aspettava la sua comparsa sul palco.

(Fonte immagine: Leganerd.com)

Martin Scorsese vs Tarantino

Niente di fatto per Martin Scorsese che non porta a casa alcun premio per il suo The Irishman, mentre C’era una volta a Hollywood di Tarantino conquista il premio come miglior attore non protagonista a Brad Pitt e migliore scenografia.

Waititi vince per la miglior sceneggiatura non originale con JoJo Rabbit e, sorprendentemente, è Toy Story 4 ad aggiudicarsi il premio come miglior film d’animazione. 

(Fonte immagine: metropolitanmagazine.it)

Joker

Joker di Todd Phillips porta a casa il premio a miglior attore protagonista per Joaquin Phoenix e quello per la miglior colonna sonora originale.

Il Joker è dunque ufficialmente il solo personaggio di un cinecomic ad aver ottenuto due Oscar (la statuetta per il medesimo ruolo fu vinta anche da Heath Ledgerdopo la sua morte ndr). 

Premi tecnici a 1917 che avrebbe dovuto fare invece da “asso pigliatutto” e invece deve accontentarsi (si fa per dire) di essere premiato per la fotografia, gli effetti speciali e il mixing sonoro. 

(Fonte immagine: cinema.fanpage.it)

L’oscar per la migliore sceneggiatura

Ma la vera sorpresa della serata è l’incetta di statuette di Parasite.

La pellicola sud coreana che ha ricordato ad Hollywood come andrebbe fatto un film, infatti, tra standing ovation e scroscianti applausi, si è aggiudicato l’Oscar per la miglior sceneggiatura originale, il miglior film internazionale, la miglior regia e il premio più ambito di tutti: quello a miglior film!

In questo modo, si è fatta la storia degli Oscar, perché è la prima volta che un film in lingua straniera vince nella categoria miglior film ed anche in quella miglior film internazionale. 

(Fonte immagine: movieplayer.it)

I vincitori degli Oscar 2020:

Il/La Miglior..

  • Film:Parasite;
  • Regista: Bong Joon ho – Parasite;
  • Attore protagonista: Joaquin Phoenix – Joker;
  • Attrice protagonista: Renee Zellweger – Judy;
  • Attore non protagonista: Brad Pitt – C’era una volta a Hollywood;
  • Attrice non protagonista: Laura Dern – Storia di un matrimonio;
  • Film internazionale: Parasite;
  • Danimazione: Toy Story 4;
  • Corto animato: Hair Love;
  • Colonna sonora: Joker;
  • Canzone originale: I’m gonna love me again di Elton John;
  • Sceneggiatura originale: Parasite;
  • Non originale: Jojo Rabbit;
  • Il miglior Cortometraggio: The Neighbors’ Window;
  • Di documentario: Learning to skateboard in a war zone;
  • Migliore scenografia: C’era una volta a Hollywood;
  • Costumi: Piccole donne;
  • Documentario: American Factory;
  • Montaggio sonoro: Le Mans ’66 – La grande sfida!
  • Mixing sonoro: 1917;
  • Fotografia: 1917;
  • Montaggio: Le Mans ’66 – La grande sfida!
  • Effetti speciali: 1917;
  • Trucco: Bombshell – La voce dello scandalo.
(Fonte immagine bastaste.it)

Articolo a cura di Luana Fusco.

Leggi anche:

https://cercolinfo.it/index.php/2020/02/08/film-e-serie-tv-gli-anni-piu-belli/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *