25 – Come ci si deve vestire per un appuntamento romantico (spiegato in 3 semplici step)

Mimmo Di Simone, appassionato di eleganza maschile

Come ci si deve vestire per un appuntamento romantico? Ve lo spiego in 3 semplici step!

Ci siamo passati tutti almeno una volta nella vita.

Avete un appuntamento con una donna, ma non sapete come vestirvi…

Niente paura, se avrete la pazienza di leggere tutto questo articolo, e soprattutto vi applicherete davvero per mettere in pratica i miei consigli, farete un figurone!

Un avvertimento, però, lo voglio fare. Se sperate di trovare in questo articolo la “pillola magica” che in un secondo vi renda più attraente di James Bond – anche se finora non vi siete mai occupati della vostra immagine e ve ne siete sempre fregati di queste cose…

Nemmeno io posso fare tanto.

Neppure con tutto l’impegno del mondo, potrei rendervi un Uomo veramente Elegante con un solo articolo… Ma ci posso andare vicino.

L’unica cosa che vi chiedo, è una grande attenzione a tutte le domande che vi farò. L’eleganza non è un insieme di regole fisse valide per tutti, ma è la capacità di adattarsi alle occasioni e alle situazioni.

Se avete 26 anni è una cosa, se ne avete 48 è un’altra. Se siete imprenditori è una cosa, se siete agenti immobiliari è un’altra. Se siete timidi dovrete vestire in un certo modo, se siete estroversi ed egocentrici dovrete vestirvi in modo totalmente diverso. E la lista potrebbe continuare ancora a lungo…

Perché vi dico questo? Per farvi capire che un vero lavoro sulla vostra immagine potrete farlo solo e unicamente voi stessi.

Quindi non è che non voglio darvi consigli, anzi, al contrario, vi darò molte informazioni e qualche dritta in questo articolo in modo che possiate utilizzarle fin da subito, per darvi una mano nell’immediato; ma starà a voi saperle usarle e soprattutto decidere se usarle.

Ricordate il primo articolo di questa rubrica? Vi chiedevo se eravate pronti ad essere davvero degli uomini eleganti. Se avete continuato a leggermi in questi mesi, deduco che la risposta sia stata sì. Beh allora non mollate proprio adesso!

Innanzitutto, vi invito a riflettere su molte variabili. Dovete capire qual è il vostro caso, e cercare di agire di conseguenza. Ecco come potete farlo:

1. Primo step

In primo luogo, riflettete sulla vostra persona. Su chi siete, cosa fate di mestiere, la vostra età, il vostro carattere.

Poi, quando pensate a come vestirvi per andare all’appuntamento, per ogni singola cosa che indosserete (accessori, vestiti, scarpe, occhiali etc.) dovete porvi le seguenti domande: – questa cosa è adatta alla mia età? – questa cosa è adatta alla mia personalità? – rispecchia il mio carattere? – si addice al mio mestiere? – è qualcosa che indosserebbe un manager di successo? (Sostituite “manager” con la vostra professione) – questo accessorio può sembrare ridicolo alla mia età?

Per ogni singola cosa, fatevi almeno una domanda. E rispondete sinceramente.

Altrimenti non ha alcun senso. Tenete a mente che non lo fate per fare un piacere a me, ma lo fate per voi. Tanto più sarete sinceri con voi stessi, tanto migliore sarà il risultato finale.

Quindi non cercate nell’armadio qualcosa che vi rispecchi. Fate esattamente il contrario: scegliete un outfit completo e poi passatelo al vaglio. Prima andate a intuito, a naso, come vi sareste vestiti spontaneamente. Poi, ponetevi le domande di cui sopra su ogni singolo pezzo dell’outfit che avevate scelto.

Con questa semplice ma efficace strategia sarete in grado anche da soli di identificare gli eventuali “intrusi” nel vostro outfit. Questo perché finché lo guardate nell’insieme non sarete in grado di scoprire i punti deboli a meno che non siete già molto allenati perché lo fate in altri contesti.

Quindi prendete ogni singolo pezzo che non passa questo esame, rimettetelo via e trovando un sostituto. Se non lo trovate, compratelo.

Appunti: Partite pensando a voi stessi.

2. Secondo step

A questo punto, pensate al locale e al contesto della serata. Chiedendovi ad esempio: – questo indumento va bene per il locale che ho scelto? – che atmosfera c’è il quel posto? – è un ambiente formale o informale? – questo colore sarà troppo sgargiante per quel luogo? – questa cosa non è troppo seria e classica per quel locale?

Sentitevi liberi di improvvisare con le domande. Ma assicuratevi che il vostro abbigliamento sia consono al contesto. Questo vale in entrambi i sensi.

Appunti: Così come sareste ridicoli in camicia hawaiana in un ristorante stellato, sareste altrettanto ridicoli con la camicia bianca e la giacca nera in un’osteria casereccia.

3. Terzo e ultimo step

Pensate, infine, alla donna che dovrete incontrare.

Questo step l’ho messo volutamente per ultimo, non per sminuire il ruolo della donna, ma perché contrariamente a quanto si pensi, prima di pensare a quello che lei penserà di voi, dovreste concentrarvi su cosa voi volete comunicarle.

E in questo caso l’autenticità è sempre la scelta giusta. Tornando a lei… Ovviamente non sempre disponiamo di informazioni accurate su questa persona.

Ma cercate di mettere a punto quel poco che sapete su di lei per cercare di indovinare lo stile che potrebbe fare colpo su di lei. Quindi, una volta che il vostro outfit ha passato i primi due step, dovrete far in modo di fare una buona impressione nell’altra persona. Non è facile, non voglio illudere nessuno. Anzi, è probabilmente la cosa più difficile in assoluto.

Ma potete stimare o intuire i suoi gusti badandovi su semplici particolari esteriori. Ad esempio sulla sua età, sul suo lavoro, sul suo abbigliamento, su come si trucca, sugli accessori che indossa, sulla macchina che guida, sulla zona della città in cui abita… E via dicendo.

Non si tratta né di millantare, né di fingere di essere ciò che non si è. Si tratta di comunicare implicitamente un interesse per la sua persone e rispetto per il suo modo d’essere.

Quindi eviatate cose da stalker o cadute di stile. Cercate di capire il suo mondo, non di invaderlo.

Appunti: Prima di uscire di casa, quindi, pensate se il vostro outfit faccia al caso suo.

Se è una donna di classe, truccata e piena di gioielli e borsette firmate, non potete portarla a cena vestiti come un imbianchino in pausa pranzo.

Dai, su, non servono le regole dell’eleganza per capirlo… Stessa cosa, se scegliete una ragazza semplice e genuina, tutta acqua e sapone, giovane e spigliata, non potete vestirti in maniera troppo stravagante e appariscente, perché attirereste troppo l’attenzione e probabilmente a lei questo non piace.

Appunti: Non esistono regole fisse nel caso degli appuntamenti romantici. Esiste solo il buon senso.

Buona fortuna con la vostra nuova conquista, e che l’eleganza sia con voi! Mimì

Articolo a cura di Mimmo Di Simone

Leggi anche:

Leggi anche: https://cercolinfo.it/index.php/2019/09/06/24-bretelle-o-cintura/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *