La musica del toro: Fabrizio Moro

Con la pubblicazione dell’album ”Figli di nessuno”, Fabrizio Moro ha coronato un ciclo lungo di 10 anni che testimonia la lunga ascesa del cantautore venuto da San Basilio.

La percezione del pubblico nei confronti del cantante è cambiata da pochi anni, o meglio è cambiata la percezione del grande pubblico, soprattutto da quando Moro si è aperto alla Tv come professore nella scuola di Amici di Maria De Filippi.

Sanremo

Il legame con il festival di Sanremo ha rappresentato un punto cardine della sua carriera, nel 2007 vinse la gara tra le nuove proposte con il brano ”Pensa”, un pezzo contro le mafie e un omaggio a tutte le vittime cadute sotto il nome di questo cancro sociale.

L’anno dopo si ripresentò con un pezzo totalmente diverso, ”eppure mi hai cambiato la vita”, un brano che parla d’amore, o meglio di un amore finito e della nostalgia che esso può lasciare.

Il pezzo venne acclamato dal pubblico presente in sala e dalla giuria ed arrivò ad un passo dalla vittoria, andata “incredibilmente” nelle mani di Giò di Tonno e Lola Ponce (se ti stai chiedendo chi sono, sappi che non sei solo).

Dopo questa doppia esperienza sanremese la carriera di Moro non decolla, il cantante conquista comunque una buonissima fetta di pubblico, creando lo zoccolo duro del suo seguito che lo ha sempre seguito e accompagnato in ogni suo progetto musicale.

Il carattere del cantante è di quelli forti, che non scende facilmente a compromessi e questo le Major e le Radio italiane a volte te lo fanno pagare mettendoti semplicemente in secondo piano.

La critica ha comunque speso belle parole per i suoi lavori, spesso lontanissimi dai parametri radiofonici ma che all’interno hanno sempre trattato temi duri e difficile da digerire.

Il caso Cucchi

Nel 2011 viene rilasciato il pezzo ”Fermi con le mani”, un brano che racconta la storia di Stefano Cucchi, una storia che per troppi anni è rimasta in sordina, dove la famiglia è restata sola a combattere per la verità, per dare giustizia ad un uomo morto tra le mani di chi è deputato a proteggerci.

La canzone allora non ebbe un impatto fortissimo, ma se ascoltata oggi, alla luce dei nuovi fatti giudiziari lascia senza fiato e con un retrogusto di disgusto; disgusto alimentato anche dalla splendida pellicola – fermi con le mani, che ha definitivamente fatto cadere il velo di omertà dietro a questa terribile storia.

(foto d roma.fanpage.it)

Fabrizio Moro Autore

La carriera di autore gli ha regalato notevoli soddisfazioni, le sue canzoni hanno spesso accompagnato il successo di alcuni ragazzi usciti dai talent.

Indimenticabile il pezzo cantato da Noemi –sono solo parole, brano guarda caso presentato ancora una volta al festival di Sanremo.

Moro inoltre ha scritto per: gli Stadio, Fiorella Mannoia, Elodie e Emma tra gli altri.

Spesso all’interno dei suoi concerti, Fabrizio Moro ripropone questi brani con la sua voce donando di fatto una nuova vita a questi pezzi, che dalla sua voce graffiata cambiano completamente volto.

Il ritorno a Sanremo

Nel 2017 il cantante ritorna nuovamente sul palco dell’Ariston con il brano ”Portami via”, un pezzo che parla della paura, la paura di non farcela a sopportare i tanti fardelli che la vita a volte offre, un brano che cerca l’evasione da questi problemi, un appiglio a cui aggrapparsi per non lasciarsi andare nel torpore della depressione.

Questo pezzo ha definitivamente fatto svoltare la carriera del cantautore, partito 10 anni prima con il brano –pensa, nel 2017 ha finalmente completato quella lunghissima e tortuosa scalata al successo, quello vero non quello rapido e superficiale che un talent può regalare oggi.

La vittoria al Festival

Nel 2018 si ripresenta nuovamente al festival, questa volta in compagnia di Ermal Meta, con il brano -non mi avete fatto niente.

Questo pezzo è stato accompagnato da innumerevoli polemiche, accusati di plagio per tutto il festival (polemica rilevatasi sterile), il duo alla fine ha ribaltato la situazione arrivando nella serata conclusiva ad alzare il tanto ambito primo posto.

(Foto di radioitalia.it)

Concerti – Fabrizio Moro Palasport Tour 2019

  • 12 ottobre ACIREALE (CT) #PalArtHotel
  • 18 e 19 ottobre ROMA #PalazzodelloSport
  • 26 ottobre MILANO #MediolanumForum

Conosciamolo meglio:

L’eternità
Sono solo parole
Ho bisogno di credere
Fermi con le mani

A cura di Vincenzo Torino

Leggi anche: https://cercolinfo.it/index.php/2019/05/15/la-musica-del-toro-la-rivoluzione-dello-streaming/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *